Le aziende cinesi e la crisi in Europa

Alla fine di novembre Global Sources ha pubblicato i risultati di un sondaggio condotto presso un campione di aziende cinesi appartenenti a diversi settori produttivi, intervistate circa gli effetti della crisi europea sui flussi di export.

Il 94% degli intervistati ha risentito degli effetti della crisi del debito in Europa e tra questi il 35% ha dichiarato di essere stato colpito in modo significativo.

Più del 40% dei rispondenti sostiene che cresceranno le esportazioni verso Centro e Sud America, Medio Oriente, Africa ed Europa dell’Est. Anche l’Asia-Pacifico rappresenta una valida alternativa, oltre al mercato interno, agevolati in questo dalle misure governative che mirano ad aumentare il consumo interno. 

Per attrarre nuovi buyer, sia interni che stranieri, le aziende punteranno sul lancio di nuovi prodotti e sul miglioramento di quelli esistenti, attraverso l’incremento del budget in attività di ricerca e sviluppo. Tra gli strumenti considerati per sostenere l’export anche politiche di pricing e una soglia più bassa di ordibnativi minimi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: