Quello che possiamo imparare dal wrestling

Può il più importante evento della lega del wrestling statunitense insegnare qualcosa a chi organizza fiere o vi partecipa come espositore? Secondo questo bell’articolo su tsnn.com sembra di si.

Tanto per cominciare il wrestling può insegnare a coinvolgere puntando sull’inatteso: sappiamo che i match seguono un copione ben preciso e quindi sta a chi scrive la trama mantenere alta l’attenzione dello spettatore, magari con un effetto inaspettato. Così potrebbe fare l’espositore, sorprendendo il visitatore per farsi notare tra gli altri stand.

Poi potremmo imparare a bilanciare gli effetti speciali con la storia che stiamo raccontando: gli sceneggiatori di WrestleMania sanno bene fino a che punto spingere la leva dello spettacolo senza perdere di vista quello che vogliono raccontare, e noi? Abbiamo mai schiacciato il pedale dell’acceleratore su effetti speciali inutili, o peggio dannosi? Abbiamo mai abusato di mirabilie tecnologiche non apprezzate da espositori o visitatori?

Infine, dovremmo ascoltare quello che dice la nostra community così come gli appassionati di wrestling sono ascoltati da chi scrive le trame dei match. Gli strumenti a disposizione li abbiamo, tocca a noi usarli.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: