archivio

Archivi tag: Fondazione Fiera Milano

Alberto Cairo, protagonista del terzo appuntamento di Exhibitionist, ci ha dato una serie di spunti di riflessione preziosi per costruire un’infografica.

Il punto di partenza di un’infografica non è il software e nemmeno la bellezza di un’immagine, ma il dato! Senza un accurato processo editoriale di identificazione delle fonti, valutazione dell’importanza dei dati (cosa è rilevante, cosa è secondario?), pianificazione e costruzione di un racconto (ricordate Exhibitionist #02 sullo Storytelling?), i software disponibili non servirebbero a niente e la componente artistica non sarebbe in grado di sostituirsi all’essenza dell’infografica,  che consiste nel rendere accessibili e comprensibili le informazioni.

Per rivedere (o vedere per la prima volta) la presentazione di Alberto Cairo, cliccate qui

Manca solo un giorno al terzo appuntamento di Exhibitionist! Domani, 8 maggio, alle 19.00 al Museo della Scienza e della Tecnologia (Via San Vittore 21, M2 Sant’Ambrogio) ospiteremo Alberto Cairo,  docente della University of Miami School of Communication, uno dei massimi esperti di infografica.

L’infografica è stata definita una delle forme comunicative del futuro, fatta di oggetti grafici “non solo da vedere, ma da leggere, esaminare e capire”, usata per dominare l’eccesso di informazioni che ci circonda. 

Qualcuno si starà chiedendo cosa c’entri l’infografica con le fiere. Innanzitutto le fiere sono il luogo e il momento in cui si rappresentano parti importanti di economia, sono eventi nei quali migliaia di imprese realizzano una comunicazione diretta e intessono relazioni, concludono o iniziano cicli produttivi, presentano nuovi prodotti e pensano i prodotti del futuro. Rappresentare questo universo economico è una sfida in chiave infografica. I nuovi linguaggi della comunicazione devono contaminare anche il mondo delle fiere, un universo frequentato da imprese innovative e dinamiche che costituiscono la parte più avanzata dei loro comparti produttivi.
Dall’infografica si può vedere quali sono le caratteristiche demografiche e strategiche delle imprese più innovative che espongono in Fiera Milano, un esempio semplice ed efficace per visualizzare e leggere informazioni economiche complesse che riguardano le fiere.
Se volete saperne di più non perdetevi l’appuntamento di domani, ma prima registratevi qui 

Exhibitionist  torna con 3 nuovi appuntamenti, idealmente legati da un filo rosso.

Il 20 marzo ripartiamo con Andrea Fontana, presidente dell’Osservatorio Italiano di Corporate Storytelling dell’Università degli Studi di Pavia nell’incontro Storytelling: l’organizzatore di fiere come narratore di business communities.

L’8 maggio Alberto Cairo, guru dell’infografica e docente della University of Miami School of Communication, ci introdurrà al tema dell’infografica e alle sue potenzialità nell’appuntamento dell’8 maggio, dal titolo Functional art: infografica per visualizzare l’economia.

Infine  i25 settembre, durante Le fiere come ponte tra community reali e virtuali:  il caso di BookExpo America ascolteremo Steven Rosato, direttore della più importante fiera di editoria sul territorio statunitense.

Per registrarvi all’incontro del 20 marzo cliccate QUI

Domani sera una Cometa solcherà il cielo di Milano: durante una cerimonia aperta a tutti i milanesi, infatti, verrà illuminata la copertura del MiCO – Milano Congressi, disegnata da Mario Bellini.

Appuntamento alle 17.30 per una visita agli spazi del Centro Congressi, che ospiterà una galleria di immagini storiche del quartiere fieristico e opere dell’associazione Amici di Miart. Alle 18.30 la Cometa verrà illuminata e alle 19.30 l’auditorium ospiterà il concerto dell’Orchestra Verdi.

Un’occasione per godersi uno spettacolo suggestivo in una cornice originale e per visitare uno dei nuovi punti di riferimento di Milano!

Per saperne di più potete visitare il sito di Fondazione Fiera Milano

Esiste solo una realtà, quella che si può sperimentare. Questo è uno dei concetti che mi sono portata a casa dall’intervento di Luc Courchesne, che ha inaugurato il ciclo di incontri di Exhibitionist davanti a 200 persone.

Per raccontare le tecnologie immersive Courchesne è partito da una panoramica delle possibilità di interazione con i computer usando i videogiochi e, più recentemente, Second Life: minime e pure statiche. Quindi ci ha raccontato i suoi progetti, che mirano a superare questa barriera, circondando le persone con immagini e permettendo l’interazione con esse, ad esempio attraverso l’iPhone.

Ci ha detto che per lui non esistono differenze tra realtà aumentata, virtuale e tra tutte le definizioni di realtà ideate fino ad oggi, ma che c’è solo una realtà ed è quella che si può sperimentare. Ha insistito sulla possibilità di estendere lo spazio, indipendentemente dal “tipo” di realtà che vogliamo usare e ci ha fatto riflettere sul fatto che non dovremmo chiederci “dove sei?” ma “quando sei?” perché riusciamo più facilmente ad essere connessi e a sperimentare simultaneamente solo con persone che vivono il nostro stesso fuso orario, o vicino al nostro.

Fuori dalla sala alcuni organizzatori si chiedevano quindi se è possibile vendere metri quadrati virtuali (e a che prezzo…) e gli studenti di Accademia di Fondazione Fiera Milano erano contenti di questa immersione (è il caso di dirlo!) in una realtà nuova. Quali altre suggestioni sono emerse? Chi proviene da mondi diversi che spunti ha tratto? Sarebbe bello se ce lo raccontaste.

Quello che vorremmo fare noi è ringraziare tutti quelli che hanno partecipato e quelli che non hanno potuto, ma erano interessati. Diamo appuntamento a tutti a febbraio con il prossimo incontro di Exhibitionist!

Attenzione! Visto l’elevato numero di adesioni al primo appuntamento di Exhibitionist, domani sera l’incontro si terrà all’auditorium Giorgio Gaber, sempre al Grattacielo Pirelli, ma con ingresso da Piazza Duca D’Aosta 3.

Vi aspettiamo domani, alle 18.00, per sentire Luc Courchesne parlare di tecnologie immersive per eventi business e fiere!

Per un approfondimento potete visitare il sito dedicato.

Il 27 novembre, alle 18.00 al grattacielo Pirelli, si terrà il primo incontro di Exhibitionist,  il ciclo di incontri tra innovatori di fiere e di eventi aperti agli operatori del settore nato con l’obiettivo di offrire continui aggiornamenti sui trend internazionali emergenti, proporre casi di successo di cross fertilisation tra fiere ed eventi, fiere e spettacoli e fiere e altri media, presentare realtà che sperimentano l’integrazione con le tecnologie digitali nelle loro diverse forme. 

Nel primo incontro Luc Courchesne, direttore di ricerca presso la Society for Arts and Technology (SAT) e professore presso l’Università di Montréal, ci parlerà delle sue opere più recenti e farà una panoramica della ricerca sulla scenografia immersiva, l’interazione intelligente e l’esperienza del networking condotta presso la Montréal’s Society for Arts and Technology (SAT).

Il ciclo di incontri è organizzato da Fondazione Fiera Milano con la collaborazione di Regione Lombardia, Camera di Commercio e Meet the Media Guru

Per partecipare iscrivetevi qui. Ci vediamo il 27 novembre!