archivio

Archivi tag: Eddie Choi

Vi ricordate di Eddie Choi? Digital marketer con laurea in sociologia e un MBA, da molti anni lavora in una multinazionale di servizi per eventi e fiere. Nel 2014 era stato ospite di Exhibitionist e aveva riscosso un grande successo con il suo intervento sulle opportunità digitali per fiere ed eventi.

In questi anni Eddie ha continuato ad esplorare le frontiere della trasformazione digitale e il ruolo giocato dal face to face, tanto che uno dei suoi lavori più recenti è l’ideazione di un evento per Google, Google Developer Days China.

Eddie torna a Milano martedì 6 novembre, con una lecture dal titolo provocatorio, “Il presente non può aspettare il futuro”, che coniuga Intelligenza Artificiale e Design Thinking. Si tratta di una riflessione sull’incapacità di usare al meglio i Big Data, sull’urgenza di applicare l’intelligenza artificiale e il machine learning nelle attività di ogni giorno e sui problemi che questo genera. La sua presentazione è un’occasione per analizzare il ruolo che la tecnologia ricopre nella generazione e nella condivisione di valore.

L’intervento si svolge all’interno Artificial Intelligence Expo of Application (AIXA), evento organizzato da Fiera Milano Media – Business International in coproduzione con Mico – Milano Congressi. AIXA ha l’obiettivo di esplorare le diverse applicazioni dell’Intelligenza Artificiale sull’intero ciclo della produzione e del business: dalle implementazioni di nuova generazione sulla progettazione e sul manufacturing, al ruolo delle tecnologie avanzate nella trasformazione della distribuzione e delle strategie di mercato e di comunicazione, fino alla mutazioni del rapporto stesso con i clienti. La giornata del 6 novembre, in particolare, è dedicata al ruolo delle nuove tecnologie nella trasformazione digitale del mondo retail.

Ci vediamo martedì 6 novembre alle 18, in fieramilanocity, negli spazi di MiCo, in via Gattamelata 5. La partecipazione a Exhibitionist è gratuita, ma prima è necessaria la registrazione al seguente link.

 

La sfida è di grande portata: come rendere le fiere “a prova di futuro”?

Cosa possiamo fare per rispondere ai bisogni in trasformazione di una nuova generazione di utenti che si affaccia sul mercato? Come affrontare le sfide che derivano da una concorrenza che non necessariamente proviene dal mondo fieristico? Cosa possiamo fare per rendere sicuri i luoghi in cui si incontrano moltissime persone? Come sopravvivere e prosperare in un contesto che vede sfumare i confini trai format mentre è in atto un processo di consolidamento?

A queste domande cercherà di dare delle risposte il prossimo convegno UFI, che si svolgerà a Verona dal 2 al 4 maggio. Il programma è ricco di spunti, sia di ampio respiro e strategici, che pratici e operativi. Si parlerà di digital disruption, intelligenza artificiale, realtà virtuale e realtà aumentata, ma anche di sicurezza. Uno dei relatori è Eddie Choi, che è stato protagonista di Exhibitionist alcuni anni fa: Eddie calerà il tema centrale del convegno all’interno della cultura aziendale, perché la gestione delle risorse umane è il primo passo per realizzare fiere “a prova di futuro”.

Se volete partecipare siete ancora in tempo: la registrazione è aperta sia agli iscritti che ai non iscritti a UFI. Per maggiori informazioni, dettagli e costi vi suggerisco di visitare il sito UFI. 

Ci vediamo a Verona!

No, O2O non è una formula chimica ma l’acronimo di Online to Offline, ossia l’integrazione tra Internet e la presenza fisica.

Questa settimana se ne è parlato perché Alibaba, gigante dell’e-commerce cinese, ha deciso di investire una sostanziosa somma di denaro (692 milioni di dollari) in una catena cinese di department store, Intime. L’obiettivo dichiarato è quello di “integrare i database clienti e i sistemi di pagamento, creando un’infrastruttura di commercio O2O che renda più fluidi le transazioni, le attività di marketing e i servizi erogati”.

Concretamente cosa significa? Ad esempio i clienti di Tmall.com (la piattaforma consumer Alibaba) e quelli di Intime potranno fare acquisti online e ritirare i prodotti nei negozi Intime, oppure potranno fare acquisti nei negozi ma pagare elettronicamente usando il loro cellulare e il QR code.

Questa nuova tendenza non la troviamo solo nel commercio, ma anche nelle fiere, basti pensare alla presentazione di Eddie Choi durante il sesto incontro di Exhibitionist. Abbiamo sempre detto che online e offline sono complementari e non sostitutivi, ma non abbiamo mai dedicato troppa attenzione alla loro contemporaneità: questo non vuol dire solo twittare mentre si è in fiera, ma significa sfruttare opportunità che semplificano l’interazione con il cliente e aiutano a raccogliere informazioni sulla presenza in fiera.

Giovedì 20 marzo ritorna Exhibitionist!

Il protagonista del primo incontro del 2014 è Eddie Choi, che arriva da Hong Kong e che unisce nel suo lavoro la prospettiva del digital marketer (ha fondato Frontiers Digital, un’agenzia di web marketing) e quella del fierista (è direttore esecutivo di Milton Exhibits Group, società di servizi per il settore fieristico).

Il titolo della sua presentazione è “L’unione fa la forza: opportunità digitali per fiere ed eventi”: scopriremo le tattiche digitali per la lead generation e le occasioni offerte dal web a supporto delle fiere, perché “la ricerca sul web è diventata il banco registrazione, la porta di ingresso del padiglione, le corsie di una fiera”.

Appuntamento il 20 marzo, alle 19.00, al Palazzo delle Stelline, in corso Magenta 61. Se volete partecipare iscrivetevi qui